Riserva Ovarica

Cos’è la riserva ovarica

In tutte le pazienti infertili e soprattutto nelle donne che vanno incontro a stimolazione ovarica ha assunto grande importanza la valutazione della riserva ovarica.

Per riserva ovarica si intende la quantità di follicoli ovarici (misurata ecograficamente) e di conseguenza uova residue nelle ovaie; i follicoli contengono i precursori delle uova che maturando possono essere fecondate e dare origine all’embrione.

Gli ovociti: un numero fisso e non riproducibile

E’ ben noto che gli ovociti vengono acquisiti in un numero fisso per ciascuna donna in epoca fetale, quindi prima della nascita.

Il numero di ovociti in epoca fetale è ritenuto il massimo numero disponibile destinato a ridursi progressivamente nel corso della vita. Ogni donna riceve un numero ben definito di ovociti, già prima di nascere: durante il periodo della vita fetale e dopo la nascita la maggior parte degli ovociti degenera.

Infatti, già alla nascita un gran numero di ovociti è stato perso (si passa da 7 milioni nella vita fetale a 2,5 milioni alla nascita), e al primo ciclo (menarca) il numero di ovociti residui è circa 250mila.

Dall’età di 31 anni questo numero si riduce a velocità accelerata, e dunque la fertilità di una donna si riduce significativamente dopo i 31 anni, anche per l'”invecchiamento” degli ovociti che riducono progressivamente la loro qualità genetico-cromosomica.

Per alcune donne il patrimonio ovocitario può essere eccessivo (ovaio policistico), per altre “normale”, per altre insufficiente (ridotta riserva ovarica), per altre molto insufficiente e portare a un prematuro esaurimento ovarico.

Tale patrimonio è appunto la riserva ovarica.

Quando la riserva ovarica si riduce

Mediamente, in una donna sopra i 40 anni, la riserva ovarica è già ridotta; inoltre si osserva una ridotta qualità biologica degli ovociti.

I test di riserva ovarica

Molti test sono stati proposti per valutare in ciascuna donna la riserva ovarica, ma nessuno è sufficientemente accurato per essere totalmente affidabile.

Il test più usato nel passato è stato il dosaggio dell’FSH al 3° giorno del ciclo mestruale: si è osservato che, superata una certa soglia di FSH (10-12) la percentuale di gravidanze evolutive ottenute con la fecondazione assistita si riduce.

Attualmente l’FSH viene ancora diffusamente utilizzato, ma gli si affianca, per aumentarne la affidabilità, il dosaggio di estradiolo sempre al 3° giorno del ciclo mestruale e soprattutto la conta ecografica dei follicoli ovarici (follicoli antrali), resa possibile dal perfezionamento dei macchinari ecografici (conta dei follicoli antrali).

Una ulteriore buona valutazione della riserva ovarica si ottiene con il dosaggio dell’ormone antimulleriano (AMH).

 

10 Commenti

  • by Giuseppina
    Postato 27 Gennaio 2018 15:04 0Likes

    Salve dottore..ho appena compiuto 30 anni e sono affetta.da endometriosi..fortunatamente le tube.sono libere ma il mio amh.è di 0.96. Ho appena interrotto la.pillola continuativa.dopo 1 anno per cercare gravidanza. Ho effettuato il test dell amh sotto pillola. Volevo chiederle se è possibile che la pillola abbassi la riserva ovarica e se è impossibile che.resti incinta naturalmente…?grazie in anticipo

    • by Dr. Angelo Tocci
      Postato 29 Gennaio 2018 20:04 0Likes

      la pillola non abbassa la riserva ovarica nè modifica il risultato dell’AMH. Può rimanere incinta ma io consiglio un approccio di fecondazione assistita data la riserva ovarica. Dott. Tocci

  • by Licia
    Postato 6 Gennaio 2018 21:51 0Likes

    Salve dottore. Ho 34 anni e da 2 con mio marito stiamo provando ad avere un figlio. ho ritirato le analisi fatte al 4 giorno di ciclo con i seguenti risultati:
    Fsh 6.4 Amh 1.4
    Secondo lei posso continuare a provarci naturalmente o dovrei seguire altre strade? Non vorrei perder tempo… grazie

    • by Dr. Angelo Tocci
      Postato 11 Gennaio 2018 14:12 0Likes

      Se sono passati più di 6 mesi dalla ricerca di un concepimento consiglio rivolgersi ad un esperto.

  • by Morena
    Postato 25 Agosto 2017 18:18 0Likes

    Grazie per la risposta. Purtroppo dopo il Pick up in cui sono stati prelevati 4 ovuli, non sono giunta al transfert. Nessuno si è fecondato. Il biologo ha detto che non erano di ottima qualità.
    A questo punto devo pensare che saranno sempre scarsi qualitativamente e quindi abbandonare l’idea di una fecondazione omologa?

    Cari saluti

    • by Dr. Angelo Tocci
      Postato 10 Settembre 2017 13:28 0Likes

      no come dicevo in altra risposta a lei il mio consiglio è scegliere un ottimo centro.

  • by morena
    Postato 12 Agosto 2017 16:35 0Likes

    Gent. dottore,
    compirò presto 35 anni. Il mio fsh è 10,5 e l’amh è 0,80.
    Stiamo cercando una gravidanza da cinque anni. Dopo tre icsi fallite, sono seguita ora da un centro privato a Bolzano per un ulteriore tentativo. Sto utilizzando Meropur 300 al giorno e al settimo giorno l’ecografia ha rilevato soltanto 4 follicoli di dimensioni ancora ridotte. Secondo lei ci sono speranze di un esito positivo con l’omologa per noi? Mio marito non ha problemi.
    Grazie

    • by Dr. Angelo Tocci
      Postato 24 Agosto 2017 19:18 0Likes

      Si certo ! Sono sempre casi delicati (ridotta riserva ovarica), ma a 35 anni, se il laboratorio sa lavorare con un ridotto numero di uova, le speranze sono buone. Dott. Tocci

  • by Sabrina Tasin
    Postato 18 Novembre 2016 11:48 0Likes

    Con una riserva ovarica si ovula tutti i mesi?
    Io ho 42 anni e l’ormone antimuleriano a 0.9 e nn capisco se posso rimanere gravida oppure ho zero possibilità a meno che nn faccia una fecondazione
    Nes1 medico finora mi ha detto se con questa riserva ovulo ogni mese oppure no
    Spero in una risposta grazie

    • by Dr. Angelo Tocci
      Postato 6 Gennaio 2017 16:55 0Likes

      Con una buona riserva ovarica non è detto che si ovuli tutti i mesi, purtroppo. Non esiste alcun test certo di ovulazione (non lo sono il monitoraggio follicolare, nè i test tipo Persona etc etc).
      L’unica evidenza certa di ovulazione è retrospettiva, e cioè se lei resta incinta, vorrà dire che ha ovulato, ma è un test retrospettivo. Un ormone anti-mulleriano di 0,9 è un valore basso, e denota semplicemente che lei ha una riserva ovarica ridotta, non ha rapporto con l’ovulazione. Dott. Angelo Tocci

Lascia un commento