Iniezione intrafollicolare (IFSI)

In Donnamed, è in uso questa nuova metodica, i cui risultati sono stati pubblicati in comparazione a quelli della inseminazione intrauterina (IUI). Dopo un primo lavoro pubblicato che dimostrava la fattibilità di questa tecnica ed i suoi risultati su un piccolo gruppo di pazienti, è stato pubblicato un nuovo lavoro che paragona la nuova tecnica con la inseminazione intrauterina e dimostra che il tasso di gravidanza della iniezione intrafollicolare risulta superiore.

Risultati della IFSI

Presso il nostro centro il tasso di test beta hCG positivi è del 38 % per tentativo e il tasso di gravidanze cliniche per singolo trattamento IFSI per tutte le età è del 29 % per procedura.

La tecnica

La tecnica prevede l’inserimento tramite un ago (come quello usato per effettuare il prelievo ovocitario nella FIVET ICSI) di spermatozoi motili all’interno dei follicoli maturi della donna.

Gli spermatozoi e l’ovocita contenuto nel follicolo si ritrovano quindi a stretto contatto e lo spermatozoo migliore penetra l’uovo determinandone la fertilizzazione.

Il fluido contenuto nel follicolo è un fluido biologico che favorisce l’interazione dei gameti e la fecondazione. Dopo qualche ora dall’iniezione degli spermatozoi, il follicolo si apre e l’ovocita fecondato viene catturato dalla tuba e dopo 5 giorni arriva nell’utero per l’impianto embrionario.

In sintesi la iniezione intrafollicolare di spermatozoi è l’incubazione degli spermatozoi e dell’ovocita in un piccolo spazio (il follicolo), in un terreno che favorisce la fecondazione (fluido follicolare), in cui tutti i parametri chimici e fisici sono ottimali (il corpo della donna). In questo modo si cerca di ricreare una FIVET però non in laboratorio, ma nel corpo della donna: fecondazione intracorporea.

Prima dell’iniezione nei follicoli, gli spermatozoi vengono processati in laboratorio per selezionare solo quelli con migliore motilità e morfologia e per eliminare tutte le sostanze inibenti la fecondazione.

La iniezione intrafollicolare di spermatozoi (IFSI) passo per passo

  1. effettuare gli esami di preparazione come per una ICSI;
  2. stimolazione dell’ovulazione per 9-12 giorni con 2-3 controlli ecografici e 2-3 dosaggi ormonali;
  3. induzione dell’ovulazione;
  4. dopo 35-36 ore dall’induzione dell’ovulazione iniezione per via transvaginale degli spermatozoi con motilità e morfologia migliore nei follicoli;
  5. dopo 16 giorni test di gravidanza su sangue.
    [separator top=”45″ style=”shadow”]

Lascia un commento