Il papilloma virus maschile viene acquisito quasi sempre tramite rapporti sessuali non protetti da profilattico con partner infette. La diagnostica del papilloma virus maschile viene in genere effettuata in modo non idoneo in ambito dermatologico, avvalendosi di tecnologia inadeguata (es. lente di ingrandimento). Il nostro Centro si avvale di un macchinario per genitoscopia che consente un elevatissimo ingrandimento delle aree sospette.

La nostra tecnologia consente inoltre il trattamento anche immediato delle lesioni da papilloma virus maschile (in inglese si chiama “see and treat”, guarda e tratta, per indicare un trattamento escissionale che si effettua subito in sede di diagnosi).

Genitoscopio Zeiss FC 150 in uso presso Donnamed

La prima consulenza

La prima consulenza consiste in:

  1. un colloquio con il Responsabile del Centro;
  2. raccolta della storia clinica;
  3. visione degli esami già eventualmente effettuati altrove;
  4. descrizione del percorso più idoneo alla guarigione;
  5. genitoscopia (o peniscopia) che consente di evidenziare eventuali lesioni da HPV (papilloma virus)

Genitoscopia o peniscopia

Simile alla colposcopia si effettua sul partner maschile e consente di evidenziare le aree colpite da papilloma virus maschile

Spermiocoltura e tampone uretrale

Consente di evidenziare, al livello del liquido seminale, la presenza di infezioni associate al papilloma virus maschile. Viene effettuata con tecnica colturale e molecolare. Viene fornito l’antibiogramma per l’evidenziazione del miglior farmaco adatto a debellare l’infezione.

Biopsia del pene

Una volta individuata l’area critica, è possibile effettuare una biopsia escissionale che da una parte elimina il problema, dall’altra consente l’analisi del tessuto. L’intervento può essere perfezionato elettrocoagulando le aree critiche di papilloma virus maschile. Viene effettuato in anestesia locale.

Test di screening e tipizzazione HPV

Lo screening consente di determinare la presenza del virus (“presenza o assenza”). La tipizzazione del virus HPV consente di determinare la presenza del virus mediante la metodica PCR (polymerase chain reaction). A differenza del test di screening HPV, consente la determinazione di quale virus è specificamente coinvolto nel caso di papilloma virus maschile.


Questo articolo non intende sostituire il consiglio del Medico. Non devi usare questa informazione per diagnosticare o trattare problemi di salute o condizioni patologiche. Consulta sempre il tuo Medico prima di cambiare trattamento, abitudini, assumere supplementi alimentari o farmaci, o iniziare terapie.


DOTT. ANGELO TOCCI

Angelo Tocci è un Medico Chirurgo (iscrizione albo n° 1870), Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, Andrologo e Sessuologo. Dirige il Gruppo Donnamed® che si occupa da 20 anni di sterilità di coppia e di malattie da virus del papilloma HPV maschile e femminile. E’ Socio dell’ American Society for Reproductive Medicine, della European Society of Human Reproduction and Embryology, della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità e della European Academy of Andrology. Ha lavorato presso il Policlinico Gemelli dell’Università Cattolica di Roma, presso l’Unità di Ricerca INSERM U80 dell’Università Claude Bernard a Lione (Francia) e al Queen Charlotte’s and Chelsea Hospital dell’Imperial College di Londra (UK).