Si tratta di una metodica che, attraverso l'uso del laser o di una soluzione chimica (Tyrode) consente di bucare la zona pellucida che circonda l'embrione. Questa operazione faciliterebbe secondo alcuni la fuoriuscita dell'embrione dal suo involucro, migliorandone l'attecchimento.