Hai effettuato il pap test e ti hanno consegnato la risposta. Sai che ti devi sottoporre al pap test ogni anno o ogni due anni. Ma non hai compreso fino in fondo il pap test a cosa serve.

Il pap test è uno dei controlli principali che si devono effettuare periodicamente. Attualmente, la tendenza è di sostituirlo con il test di screening del papillomavirus. E’ questo il modo di operare di Gruppo Donnamed®. Pian piano stiamo sostituendo il pap test con il test molecolare del papillomavirus. Tuttavia molti ginecologi continuano ad effettuare il pap test.

E allora studiamo il pap test a cosa serve. In questo articolo spero potrai trovare risposta alla tua domanda.

Pap test: che cosa è

Il pap test è generalmente eseguito durante una visita ginecologica. E’ un semplice prelievo di cellule dal collo uterino. Il ginecologo si accerta che tu non abbia avuto rapporti sessuali recenti, e che non abbia fatto lavande vaginali. Inoltre è bene non aver effettuato terapie vaginali o irrigazioni. Poi applica uno speculum in vagina ed evidenzia il collo dell’utero. Con una semplice spatola e uno spazzolino, o con uno strumento che combina le due funzioni, gratta il collo uterino. Spalma quindi le cellule su un vetrino che poi fissa con una sostanza simile alla lacca per capelli. Il test si può fare annualmente o anche ogni due o tre anni.

Chi deve fare il pap test

Le donne con almeno 21 anni di età devono iniziare a fare il pap test. Ogni 2 anni va bene, ma se lo combini con il test per il papillomavirus, anche ogni 3 o 5 anni a seconda dell’opinione del medico basata sui tuoi fattori di rischio. Se per esempio hai avuto o hai molti partner sessuali, hai l’AIDS, tua madre è stata esposta al dietilstilbestrolo durante la gravidanza nella quale ti ha partorito, o hai subito un trapianto d’organo o chemioterapia o hai usato cortisonici in modo continuativo, l’intervallo deve essere ridotto. Anche se hai tolto l’utero, occorre fare il pap test di tanto in tanto.

Se hai più di 65 anni e non hai mai avuto problemi al collo uterino, si può pensare di evitare di eseguire il pap test.

Pap test a cosa serve

Iniziamo subito col chiarire che il pap test non diagnostica il cancro del collo uterino. In caso di cancro, il pap test viene negativo (cioè normale) una volta su 2.

E allora il pap test a cosa serve? Il pap test non è un test diagnostico, ma di screening. Vuol dire che individua, all’interno della popolazione di donne perfettamente sane, quelle che hanno un rischio elevato di avere, dopo anni, un cancro del collo uterino. Quindi è un test di rischio, non un test che fa diagnosi di nulla.

Le donne a rischio di avere un cancro del collo uterino da qui ad anni (anche 10) sono quelle in cui il pap test individua cellule displastiche, cioè cellule anomale. Se il pap test è anormale, più frequentemente troverai nella risposta le seguenti definizioni:

  • L-SIL (displasia lieve)
  • H-SIL (displasia grave)
  • ASCUS (cellule di incerto significato)

Cosa sono queste sigle?

L-SIL sono cellule in cui il papillomavirus ha fatto qualche danno, ma non ancora danni gravi. Nella maggior parte dei casi, L-SIL regredisce da solo, senza fare alcuna terapia. Tuttavia è bene sottoporsi a test del papilloma, colposcopia ed eventualmente il ginecologo può decidere di effettuare una biopsia.

H-SIL sono cellule fortemente anomale. E’ questo il vero pre-cancro. Ma ci vogliono anni per arrivare al cancro. Dovrai effettuare gli stessi accertamenti per L-SIL, e una biopsia. Se la biopsia conferma l’H-SIL, dovrai asportare solo il collo uterino con un intervento chirurgico che si chiama conizzazione.

Se hai un ASCUS, dovrai effettuare almeno il test molecolare dell’HPV. Il ginecologo, sulla base del risultato, ti consiglierà il da farsi.


Questo articolo non intende sostituire il consiglio del Medico. Non devi usare questa informazione per diagnosticare o trattare problemi di salute o condizioni patologiche. Consulta sempre il tuo Medico prima di cambiare trattamento, abitudini, assumere supplementi alimentari o farmaci, o iniziare terapie.


DOTT. ANGELO TOCCI

Angelo Tocci è un Medico Chirurgo (iscrizione albo n° 1870), Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, e Andrologia e Sessuologia. Dirige il Gruppo Donnamed® che si occupa da 20 anni di sterilità di coppia e di malattie da virus del papilloma HPV maschile e femminile. E’ Socio dell’ American Society for Reproductive Medicine, della European Society of Human Reproduction and Embryology, della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità e della European Academy of Andrology. Ha lavorato presso il Policlinico Gemelli dell’Università Cattolica di Roma, presso l’Unità di Ricerca INSERM U80 dell’Università Claude Bernard a Lione (Francia) e al Queen Charlotte’s and Chelsea Hospital dell’Imperial College di Londra (UK).