Obesità, irsutismo, disordini del ciclo mestruale e infertilità: queste le caratteristiche di una condizione complessa nota come “sindrome dell’ovaio policistico” il cui meccanismo sembra innescarsi durante l’adolescenza, soprattutto nelle ragazze che aumentano troppo di peso.

Questa condizione si puo’ manifestare anche in assenza di alcuni di questi sintomi: la presenza di irregolarita’ mestruali e ovaie piene di piccole cisti dall’aspetto caratteristico rilevabili con l’ecografia possono essere le sole manifestazioni.

Quanto è diffuso l’ovaio policistico?

Una donna su 5 puo’ presentare ovaie policistiche, tuttavia non tutte le donne manifestano i sintomi della “sindrome dell’ovaio policistico”.

In uno studio su piu’ di 1700 donne, l’eta’ media in cui viene effettuata la diagnosi di ovaio policistico all’ecografia e’ di 31 anni, e circa il 40% delle pazienti sono sovrappeso.

La presenza di obesita’ si associa alla presenza di disturbi del ciclo ed irsutismo. Circa la meta’ delle donne hanno i cicli in ritardo, mentre una donna su cinque non ha i cicli (amenorrea).

Come fare la diagnosi ?

Ovaio policisticoDue sono gli esami principale da fare: il dosaggio ormonale e l’ecografia pelvica, possibilmente transvaginale.

 

Il trattamento della sindrome e’ di pertinenza specialistica.