MAR test: test di agglutinazione mista

Il MAR test viene effettuato per valutare la presenza di anticorpi adesi agli spermatozoi.
 Normalmente gli spermatozoi sono separati dalle cellule immunocompetenti da una barriera emato-testicolare, tuttavia in seguito a diversi fattori come infezioni o traumi, la resistenza di questa barriera può essere alterata, dando origine ad una reazione autoimmunitaria nei confronti degli spermatozoi contenuti nel testicolo con produzione di auto-anticorpi rivolti contro gli spermatozoi del paziente.
L’anticorpo che lega lo spermatozoo ne induce un effetto immobilizzante e promuove la comparsa di agglutinazioni (adesione testa-testa coda-coda o testa-coda degli spermatozoi mobili).
È quindi utile andare ad effettuare il MAR test se durante l’indagine iniziale del liquido seminale si annota la presenza di molte agglutinazioni specifiche.Gli anticorpi anti-spermatozoo nel liquido seminale appartengono quasi esclusivamente a due classi immunologiche: IgA ed IgG; poiché gli anticorpi IgA quasi mai sono presenti in assenza degli anticorpi IgG, la ricerca di questi ultimi è sufficiente per lo screening routinario.Si tratta di anticorpi che l’organismo produce contro una componente di sé stesso, gli spermatozoi, considerandoli un corpo estraneo.Gli anticorpi che si legano agli spermatozoi possono impedire la penetrazione dello spermatozoo nell’ovocita, legandosi alla testa dello spermatozoo, o la loro motilità legandosi alla coda dello spermatozoo.Il dosaggio degli anticorpi antispermatozoi è indicato quando lo spermiogramma rivela la presenza di agglutinazioni,quando c’è una riduzione di motilità degli spermatozoi (astenozoospermia) non associata a riduzione del numero, quando esiste un rischio di malattia autoimmunitaria (pregressa torsione o trauma testicolare), o nei casi di infertilità inspiegata, cioè una condizione maschile e femminile apparentemente normale.Tecnicamente, si effettua con sfere di poliacrilamide legate ad anticorpo, e in caso di spermatozoi legati con anticorpi nella misura almeno del 50%, il test si  si considera alterato.
Questo problema si riscontra fino al 10% dei maschi infertili.
Con il MAR-test gli spermatozoi vengono incubati con particelle in lattice ricoperte da IgG e antisiero verso le IgG umane.
Nel caso di presenza di anticorpi adesi alla superficie degli spermatozoi, le cellule legheranno le particelle in lattice.
Un’infertilità immunologica è ipotizzabile se oltre il 50% degli spermatozoi motili presenta particelle adese.

Questo articolo non intende sostituire il consiglio del Medico. Non devi usare questa informazione per diagnosticare o trattare problemi di salute o condizioni patologiche. Consulta sempre il tuo Medico prima di cambiare trattamento, abitudini, assumere supplementi alimentari o farmaci, o iniziare terapie.


DOTT. ANGELO TOCCI

Angelo Tocci è un Medico Chirurgo (iscrizione albo n° 1870), Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, e Andrologia e Sessuologia. Dirige il Gruppo Donnamed® che si occupa da 20 anni di sterilità di coppia e di malattie da virus del papilloma HPV maschile e femminile. E’ Socio dell’ American Society for Reproductive Medicine, della European Society of Human Reproduction and Embryology, della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità e della European Academy of Andrology. Ha lavorato presso il Policlinico Gemelli dell’Università Cattolica di Roma, presso l’Unità di Ricerca INSERM U80 dell’Università Claude Bernard a Lione (Francia) e al Queen Charlotte’s and Chelsea Hospital dell’Imperial College di Londra (UK).