Hai effettuato o stai per effettuare un ciclo di FIVET ICSI o di inseminazione artificiale e non sai con precisione come e quando fare il test di di gravidanza dopo procreazione assistita ? Probabilmente non hai ben compreso quando fare il test di gravidanza, anche se i medici cui ti sei affidata te lo hanno spiegato.

Ad ogni modo, nessun problema. In questo articolo ti spiegherò in modo semplice quando fare il test di gravidanza, come si fa un test di gravidanza dopo FIVET ICSI, cosa aspettarsi dal test di gravidanza dopo procreazione assistita, inseminazione artificiale o fecondazione eterologa e come questo può predire il successo della FIVET, ICSI o inseminazione intrauterina IUI.

Seguendo semplicemente questo articolo, sarai in grado di effettuare il test adeguato.

screening ormonale

Che test di gravidanza fare dopo procreazione assistita?

Il test di gravidanza dopo procreazione assistita è preferibilmente quello eseguito sul sangue. Sul campione urinario, il test di gravidanza dopo procreazione assistita è inaffidabile e presenta un’accuratezza pari a soltanto 75% a causa di:

  • alta incidenza di falsi positivi e falsi negativi;
  • impossibilità di determinare il valore raggiunto dal beta-hCG;
  • bassi valori di gonadotropina corionica beta-hCG

Quando effettuare il test di gravidanza dopo procreazione assistita?

Il primo test di gravidanza dopo procreazione assistita viene eseguito molto precocemente:

  • nella inseminazione intrauterina (IUI) dopo circa 12-16 giorni;
  • nella FIVET ICSI con transfer al giorno 2-3, dopo circa 12-14 giorni dal transfer embrionale
  • nella FIVET ICSI con transfer a blastocisti, dopo 5-6 giorni dal transfer embrionale

In genere è consigliabile la ripetizione del test beta-hCG dopo due-tre giorni.

Quando deve essere preferibilmente il valore del beta hCG?

  • nella inseminazione intrauterina (IUI) e nella FIVET ICSI con transfer al giorno 2-3, almeno 25 (ma abbiamo avuto nascite con valori inferiori)
  • nella FIVET ICSI con transfer a blastocisti, anche valori del test sotto 10 dosati dopo 5-6 giorni dal transfer possono essere predittivi di gravidanza evolutiva

Ma la cosa più importante, è che il beta-hCG sia in crescita, almeno del 50% dopo 2 giorni, e preferibilmente del 100% (raddoppio).

Cosa fare una volta che il test di gravidanza risulta positivo?

In Gruppo Donnamed, seguiamo anche la gravidanza ottenuta con fecondazione assistita. La gravidanza da fecondazione assistita presenta spesso problematiche specifiche come l’insorgenza di patologie placentari, ipertensione, e parto pretermine.


Questo articolo non intende sostituire il consiglio del Medico. Non devi usare questa informazione per diagnosticare o trattare problemi di salute o condizioni patologiche. Consulta sempre il tuo Medico prima di cambiare trattamento, abitudini, assumere supplementi alimentari o farmaci, o iniziare terapie.


DOTT. ANGELO TOCCI

Angelo Tocci è un Medico Chirurgo (iscrizione albo n° 1870), Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, e Andrologia e Sessuologia. Dirige il Gruppo Donnamed® che si occupa da 20 anni di sterilità di coppia e di malattie da virus del papilloma HPV maschile e femminile. E’ Socio dell’ American Society for Reproductive Medicine, della European Society of Human Reproduction and Embryology, della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità e della European Academy of Andrology. Ha lavorato presso il Policlinico Gemelli dell’Università Cattolica di Roma, presso l’Unità di Ricerca INSERM U80 dell’Università Claude Bernard a Lione (Francia) e al Queen Charlotte’s and Chelsea Hospital dell’Imperial College di Londra (UK).