È noto che il fumo di sigaretta provoca una diminuzione della fertilità negli uomini, sebbene l’esatto meccanismo molecolare che regola tale alterazione non sia ancora noto.

In alcuni studi è descritto nei pazienti fumatori:

  • una diminuzione della concentrazione, della motilità, della forme morfologicamente tipiche degli spermatozoi
  • un aumento della percentuale di DNA frammentato di spermatozoi

Tuttavia, in altrettanti studi non si è arrivati a stabilire una associazione tra il fumo di sigaretta e l’alterazione di tali parametri.

Lo studio

Lo studio in esame ha l’obiettivo di indagare l’effetto che il fumo di sigaretta ha sul livello di antiossidanti e sul numero di leucociti presenti nel plasma seminale di pazienti infertili; a tal scopo sono stati reclutati 10 donatori fertili e 110 pazienti infertili.

Il liquido seminale contiene una vasta gamma di antiossidanti di natura enzimatica (superossido dismutasi (SOD),  catalasi e glutatione perossidasi) e non enzimatica (vitamina C, vitamina E, piruvato, glutatione, carnitina). Gli antiossidanti hanno il compito di tamponare l’azione nociva che i radicali liberi dell’ossigeno (ROS) svolgono nei confronti degli spermatozoi. La principale fonte di ROS nel liquido seminale sono i leucociti e gli spermatozoi immaturi.

Nel presente studio è stata valutata l’attività enzimatica della superossido dismutasi (SOD) e la concentrazione leucocitaria nel liquido seminale.

Risultati

I risultati mostrano leucospermia (concentrazione di leucociti nel liquido seminale maggiore di 1×106/ml) nei pazienti fumatori e negli stessi è osservata anche una diminuita attività enzimatica della SOD. Risulta quindi che l’assunzione di fumo di sigaretta fa aumentare la presenza di ROS e che ciò potrebbe essere alla base dell’infertilità dei pazienti sottoposti allo studio.

Bibliografia

Pasqualotto FF, et al. Effect of cigarette smoking on antioxidant levels and presence of leukocytospermia in infertile men: a prospective study. Fertil Steril. 2008;5:278-283