La scelta di un centro di fecondazione

In questo articolo, tratto un problema che spesso riguarda i pazienti che necessitano un trattamento per infertilità di coppia: scegliere un centro con grandi numeri (pubblico, privato o privato-convenzionato, che noi definiamo fivettificio), o un centro che tratta un numero inferiore di coppie dedicando loro maggiore attenzione, calore umano ed empatia (boutique infertility clinic)?

E’ un fatto che le due cose (grandi numeri ed esperienza umana positiva) non si possano avere insieme. Ed è un altro fatto che alcuni pazienti accetteranno di essere trattati come numeri nel fivettificio, perché si fideranno della grossa struttura, altri preferiranno un trattamento più caldo e personalizzato. Avendo io lavorato nelle due situazioni, conosco molto bene le differenze, e i pregi e difetti di ciascuna. Un trattamento personalizzato, in ogni caso, si traduce in migliori risultati in termini di gravidanza: vediamo perché.

La prima visita: differenze tra fivettificio e boutique clinic

Il centro con grandi numeri e logica di trattamento in scala (“fivettificio”) è spesso localizzato in grandi strutture non specializzate (ospedali pubblici, privati o privati-convenzionati) che effettuano il trattamento di svariate patologie. Già al momento della prenotazione della prima visita, potresti avere difficoltà a entrare in contatto telefonico con una struttura affollata, e in ogni caso parlerai con una segretaria o, nella migliore delle ipotesi, una infermiera.

All’arrivo nella struttura per la visita, verrai a contatto con personale generico, che spesso non conosce in dettaglio la tua situazione, e non ha alcuna idea dell’infertilità di coppia, e verrai indirizzato al Medico. Molto spesso il Medico con cui avrai contatto non è il Responsabile della struttura (il “senior”), ma si tratta di un medico di minore esperienza, spesso giovane  o addirittura in training. Infatti queste strutture, per poter gestire gli alti volumi di pazienti, si devono avvalere di un gran numero di addetti (medici, infermieri etc), e ovviamente per poter rientrare nei costi di gestione, non potranno sceglierli tutti tra i più esperti e specializzati, che costerebbero di più. E’ molto improbabile quindi che in un fivettificio sarai visitata dal Responsabile, in genere cioè la persona di maggiore esperienza.

La prima visita, in questi centri, è a volte frettolosa, perché molte altre coppie aspettano in sala di attesa magari da molto tempo. Nostri pazienti che hanno avuto esperienze in centri affollati spesso riferiscono lunghe attese per essere visitate poi non dal Responsabile, ma da un Medico giovane alle prime armi. La raccolta della storia clinica è succinta, le visite durano raramente più di mezz’ora, giusto il tempo di raccogliere le notizie essenziali. A volte, ci è capitato di vedere che dettagli anche importantissimi per la riuscita del trattamento sono stati involontariamente tralasciati o non approfonditi, sostanzialmente per mancanza di tempo e frettolosità da parte del Medico. Le interviste in prima visita (anamnesi) si limitano alle notizie di tipo medico, e poco o non nessuno spazio è dedicato al sentire della coppia, agli aspetti umani e compassionevoli del trattamento, in alcuni casi il trattamento non viene spiegato in dettaglio, ma ti verrà consegnato semplicemente un lungo consenso informato, che dovrai decifrare da sola, e firmare per accettazione.

Ti verrà consegnata una lunghissima lista esami di preparazione al trattamento (sia esso ICSI FIVET o una semplice inseminazione intrauterina); la necessità di ridurre i tempi induce i centri affollati a prescrivere pannelli estensivi di esami, che potrebbero efficacemente essere limitati a quelli iniziali di screening (di primo livello). Ma nei fivettifici, non c’è tempo per rivedere il paziente e prescrivere altri esami, se per caso dai primi pochi esami che sono realmente necessari emergesse la necessità di effettuare approfondimenti diagnostici di 2° livello. Quindi, tutto a tutti, indistintamente. E questo determina spese enormi, molte delle quali potrebbero essere evitate. In realtà la normativa sulla Procreazione Medicalmente Assistita prevede pochi esami come preparazione al ciclo di inseminazione intrauterina o di FIVET ICSI.

Nella boutique infertility clinic, la prenotazione della prima visita è agevole (da noi si parla con un biologo del centro), e il giorno della visita vieni accolta in modo caldo e personalizzato. Nel nostro Centro, ti riceve la coordinatrice del tuo ciclo di trattamento, una figura chiave del nostro trattamento, che è una embriologa che ti aiuta a compilare la modulistica richiesta, e  a rispondere alle domande preliminari circa la tua sospetta infertilità.

Una volta compilata la modulistica, verrai visitata invariabilmente da me personalmente, che sono il Responsabile del Gruppo Donnamed: io esaminerò personalmente la tua storia clinica, effettuerò gli esami necessari (ad es. l’ecografia per la valutazione della riserva ovarica), e verificherò i dati dello spermiogramma, eseguito nella stessa sede dal biologo presente durante la prima visita. La prima visita non ha limiti di tempo e a volte può durare anche 2 ore !!!

Alla fine degli accertamenti preliminari, ti consiglierò il trattamento più idoneo ad ottenere, nel minor tempo possibile, la gravidanza. In genere entro pochi giorni, riceverai un preventivo di spesa scritto, personalizzato, dove sono spiegati in dettaglio tutti i costi cui andrai incontro. Se lo accetterai, pagherai un anticipo ed entro 48 ore in genere, riceverai il Dossier Completo che contiene:

  1. lista degli esami preliminari, personalizzati sul tuo caso;
  2. ricette per procurarti i farmaci necessari al trattamento;
  3. consensi informati da leggere e compilare.

Effettuare gli esami preliminari: differenze tra fivettificio e boutique clinic

Nel centro affollato, una volta ricevuta la lunga e onerosa lista di esami (comune a tutte le coppie), dovrai effettuare gli esami, in privato o in convenzione. E’ questa una fase in cui, mediamente, verrai lasciata sola a districarti tra laboratori, ospedali, medico di famiglia etc. Dovrai solo portare gli esami al controllo, alla fine del processo, che può durare mesi.

In una boutique clinic come Gruppo Donnamed, gli esami richiesti sono minori, perché in prima istanza si richiederanno solo quelli essenziali e prescritti dalle linee guida. Potrai effettuarli anche con noi (ma non obbligatoriamente), in privato ma a costi ragionevoli, e in questo caso avrai la certezza di ottenere le risposte in massimo 14 giorni, tramite il sistema OSCAR (One Stop Clinic for Assisted Reproduction).

Quando non c’è tempo da perdere ( esempio nei casi di ridotta riserva ovarica o nelle età femminili limite ), la rapidità nello svolgimento degli esami preliminari è critica.

Una volta pronti gli esami, li porterai a me, che verificherò la necessità o meno di esami addizionali (ma quasi mai necessari), o se sono stati effettuati da noi, potrai ottenerli anche per e-mail.

La tua coordinatrice (una biologa esperta) ti assisterà durante tutto il processo di completamento del dossier preliminare (esami e consensi), e solo quando è tutto pronto, comunicherà a me che possiamo iniziare il trattamento.

Il trattamento: differenze tra fivettificio e boutique clinic

Nel centro affollato, ti verrà consegnato il protocollo (dosaggio dei farmaci) e lo effettuerai per qualche giorno. Dopo, in genere al 5°-6° giorno di stimolazione, e per altre 2-3 volte nel corso della stimolazione, ti verrà dato un appuntamento che in genere è di mattina (quindi dovrai perdere giorni lavorativi). Frequentemente, dato l’affollamento, dovrai aspettare molto tempo prima di effettuare l’ecografia ed il dosaggio ormonale. Ogni volta sarai visitata da un medico differente, in quanto nei fivettifici ci sono dei turni, proprio come in ospedale. Spesso poi verrai vista da un medico più giovane e meno esperto o addirittura in training (i grossi centri sono affollati di medici e biologi in training, che desiderano fare la maggiore esperienza nel minor tempo possibile). Quindi, effettui un trattamento privato a pagamento, ma il trattamento è molto simile a quello ospedaliero !!

Da noi, le ecografie di controllo si fanno nel pomeriggio. Al limite, la mattina presto dovrai effettuare presso un laboratorio vicino casa un prelievo di sangue per il dosaggio ormonale, dopodiché potrai recarti al lavoro e venire presso lo studio medico, in un ambiente caldo e accogliente, di pomeriggio, a seconda delle tue esigenze, concordate con la tua coordinatrice. In questo modo non perderai giorni lavorativi.

Sarò sempre io personalmente a seguirti, per tutti gli step del trattamento (stimolazione, prelievo ovocitario e transfer). Non demanderò in nessun caso il tuo trattamento ad altri colleghi, magari meno esperti o addirittura in training da noi. Essere seguita sempre dal Responsabile si traduce in un aumento sensibile della qualità dei trattamenti e dei risultati in termini di gravidanza, evidentemente.

Durante le visite e i controlli, ci sarà sempre il biologo che poi si occuperà del tuo caso in laboratorio: è importante, perché al momento della fertilizzazione e della crescita embrionale, saprà tutto di te, saprà qual è il problema, come è andata la stimolazione, quanti follicoli hai prodotto, i farmaci usati, le dosi, insomma tutte le informazioni che necessitano saranno a lui conosciute. Pertanto il biologo non si troverà a manipolare ovociti e embrioni di pazienti sconosciuti, ma di ogni coppia saprà praticamente tutto sia in termini clinici che biologici. Anche questo si tradurrà in termini di qualità maggiore e risultati migliori in termini di gravidanza.

Il laboratorio: differenze tra fivettificio e boutique clinic

Nei centri affollati, i laboratori sono spesso ben attrezzati con tecnologie di ultima generazione. Ma questo si traduce in un aumento della qualità e dei risultati? Credetemi, no. Le ultime tecnologie sono spesso inutili. I fivettifici devono necessariamente rinnovare i macchinari per ragioni fiscali, e per mantenere una certa attrattiva nei confronti dei pazienti e dei medici invianti. Ma si tratta spesso solamente di ragioni dettate dal marketing, più che da rigorose motivazioni scientifiche.

Soprattutto in Italia, questo tipo di centri introducono tecnologie spacciate come “all’avanguardia” ma non validate da nessuno studio scientifico rigoroso. E’ il caso recente dell’Embryoscope (un macchinario che costa oltre 100.000 euro), e della IMSI (anche qui il macchinario ha un costo enorme), tecnologie poi dimostrate inutili, ma che vengono fatte pagare al paziente con sovraccarico di costi inutili. L’unico vero scopo di queste operazioni è attrarre, con logiche di marketing, ignari pazienti e peggio medici non in grado per competenza di approfondire il reale significato di queste metodologie.

Un centro che tratta un numero minore di pazienti probabilmente non potrà, ma molto spesso (come nel nostro caso), non vorrà introdurre queste nuove tecnologie, senza che prima vengano pubblicati seri studi da parte di istituzioni accademiche straniere di pregio (statunitensi o inglesi, nel nostro caso). Queste tecnologie “innovative” non validate potrebbero anche risultare dannose e ridurre di fatto i risultati in termini di gravidanza.

Grande attenzione invece noi poniamo sulla qualità dell’aria del laboratorio, i controlli microbiologici, e soprattutto la qualità dei biologi che vi lavorano. Affidiamo a biologi esperti i nostri casi, evitando che ovociti ed embrioni siano oggetto di training o vengano manipolati da biologi troppo junior. Come nel caso dei medici, nei laboratori affollati, ci sono molti biologi alle prime armi, in genere supervisionati da biologi esperti, ma sempre alle prime armi !!!!

Sono rimasta incinta: e ora?

Ecco un’altra grande differenza tra fivettificio e boutique clinic.

Nel caso del centro affollato, mai verrai seguita anche per la gravidanza ! Questi centri che a volte sono diretti da endocrinologi o urologi, non hanno le competenze per seguire queste gravidanze. A loro interessa solo la positività del test (per ragioni statistiche) e al limite la presenza del battito cardiaco fetale; poi, dovrai decidere a chi affidare la tua gravidanza.

Nel nostro caso io seguo anche la gravidanza, volendo fino al parto, in regime privato, o fino alla 30-34ma settimana gestazionale, affidandoti poi ad una struttura pubblica selezionata e riferendoti a colleghi competenti. L’unico caso in cui non seguo la gravidanza è se tu sei stata inviata a Gruppo Donnamed da un collega ginecologo ed ostetrico, per ragioni di deontologia e correttezza.

Dott. Angelo Tocci