Il test per l’HPV DNA è migliore di un secondo pap-test nella valutazione del potenziale maligno quando il risultato dell’esame citologico è equivoco. Il test dell’HPV ha una sensibilità dell’84,4% ed una specificità del 72,9% nell’identificazione di episodi di neoplasia intraepiteliale di grado II o superiore.