Assenza di mestruazioni

Amenorrea primaria: quando una ragazza non ha ancora avuto il suo primo ciclo mestruale (menarca) all’età di 16 anni in presenza di normali caratteristiche sessuali secondarie o all’età di 14 anni in assenza di caratteristiche sessuali secondarie.

L’incidenza di amenorrea primaria è tra lo 0,1% ed il 2%. L’amenorrea primaria è un fenomeno dovuto a cause complesse oggetto di valutazione specialistica.
Durante la pubertà si sviluppano notevoli differenze di dimensioni, forma, composizione e funzione in varie strutture e sistemi del corpo: le più evidenti di queste sono chiamate caratteristiche sessuali secondarie (crescita del seno, sviluppo dei peli pubici e comparsa della prima mestruazione nelle ragazze).
Il processo è inoltre caratterizzato dalla accelerazione della crescita staturale e da modificazioni comportamentali; oltre alla maturazione sessuale, infatti, durante la pubertà si compie la completa maturazione sia fisica che psichica di tutto l’organismo.

Amenorrea secondaria: assenza di cicli mestruali per 6 mesi in una donna che precedentemente aveva cicli regolari o per il tempo equivalente a 3 cicli in una donna con cicli ritardanti (oligomenorrea, cioè intervalli mestruali superiori ai 35 giorni).
L’incidenza di amenorrea secondaria è molto variabile; in caso non sia dovuta a gravidanza, allattamento o menopausa, la sua incidenza è circa del 4%, ma in casi di intenso stress fisico o emozionale può colpire circa la totalità degli individui.

Cause comuni di amenorrea secondaria sono:

  • gravidanza (che va quindi accertata effettuando un test beta hcg sul sangue)
  • causa ipotalamica (tipicamente l’anoressia, il notevole dimagramento o l’estremo stress fisico o psicologico)
  • disordini androgenici (la sindrome dell’ovaio policistico, la iperplasia surrenalica congenita)

Cause meno comuni di amenorrea secondaria sono:

  • l’esaurimento ovarico prematuro (POF)
  • la sindrome di Asherman (causa uterina)
  • la sindrome di Sheehan (causa ipofisaria)

Cause rare di amenorrea secondaria sono:

  • diabete
  • disordini tiroidei
  • sindrome di Cushing
  • malattia di Addison
  • cirrosi
  • tubercolosi
  • malnutrizione
  • irradiazione e chemioterapia
  • terapie chirurgiche

L’amenorrea può associarsi inoltre a:

  • infertilità
  • osteoporosi
  • atrofia dei genitali
  • disfunzioni psicosessuali

In alcune donne, la presenza di massiccie quantità di ormoni estrogeni in assenza di progesterone può portare a proliferazione disordinate della mucosa interna dell’utero (endometrio) e a lungo andare al carcinoma endometriale.